Canada

Vancouver

E’ una delle metropoli più verdi e vivibili del mondo, ma anche la capitale della cultura aborigena della West Coast. Lo testimoniano anche i celebri totem di Stanley Park, simboli dell’arte nativa, che troneggiano di fronte alle avveniristiche architetture di Canada Place. Ma è nella zona del mercato di Granville Island che batte il cuore della città, tra locali trendy, gallerie d’arte e teatri.

 

Montagne Rocciose

Regno dell’orso grizzly, le Montagne Rocciose sono il cuore selvaggio del Canada. La parte più scenografica? Quella attraversata dall’Icefield Parkway, la strada panoramica più spettacolare del Canada, che si snoda per centinaia di chilometri tra boschi di conifere, collegando i parchi nazionali di Banff e Jasper e arrivando a sfiorare il maestoso ghiacciaio Athabasca.

 

Parco Nazionale Banff

Lo scenario grandioso delle Montagne Rocciose incornicia il Banff National Park, il più antico parco nazionale canadese e uno dei più estesi del mondo. Un’area di sconfinata wilderness, tra montagne, vallate, foreste, ghiacciai, torrenti e cascate che sono un vero paradiso per gli escursionisti.

 

Lake Louise

Lo specchio d’acqua smeraldino racchiuso da una corona di cime innevate, Lake Louise è uno degli angoli più incantevoli del Banff National Park. Tutt’intorno si snodano sentieri ben segnalati da percorrere a piedi o a cavallo, dove con un pizzico di fortuna potete avvistare alci e cervi selvatici.

 

Calgary

All’apparenza è una moderna e dinamica città ai piedi delle Montagne Rocciose, ma tra le vie e i locali di Calgary è ancora viva l’atmosfera Old West, di quando era una remota città di frontiera. Quel glorioso passato viene celebrato nei numerosi musei, dedicati anche alla cultura delle tribù native, e nel Calgary Stampede, il più grande rodeo del mondo, che si tiene ogni anno in estate con la partecipazione di cow-boys e indiani provenienti da tutto il Nord America.

 

Baia di Hudson regno degli orsi polari

Gli orsi polari sono di casa nella Baia di Hudson, che è uno dei migliori posti al mondo in cui avvistarli. Ovviamente in inverno, quando la baia si ricopre di una spessa lastra di ghiaccio e un migliaio di orsi bianchi migrano nella tundra attorno a Churchill, da cui partono le escursioni per avvistare i plantigradi nel loro habitat naturale.

 

Lago Superiore

Foreste di aceri e conifere si specchiano a perdita d’occhio nelle acque limpide del Lago Superiore, il più esteso dei grandi laghi americani, che gli indiani chiamavano “acque splendenti”. Come resistere a una sosta in questo paesaggio idilliaco, punteggiato da villaggi costieri, lodge e motel che insieme alla sistemazione offrono uscite in barca, battute di pesca ed escursioni in canoa.

Toronto

Bisogna salire in cima alla CN Tower, struttura da Guinness dei Primati che con i suoi 553 metri d’altezza è una delle torri più alte del mondo, per avere una visione d’insieme della più grande città canadese adagiata in riva al Lago Ontario. Potete iniziare la visita di questa metropoli vibrante e multietnica dalla zona del porto e proseguire poi verso il vivace quartiere in stile vittoriano di Yorkville, la caotica Chinatown o i grattacieli in vetro e acciaio del centro finanziario.

 

Cascate del Niagara

Forse meno popolare di quello statunitense, in quanto a spettacolarità il lato canadese delle Cascate del Niagara non ha comunque nulla da invidiare a quello americano. Anzi, se possibile è anche più interessante: è infatti in territorio canadese la famosa Horseshoe Falls, la cascata a ferro di cavallo, in cui il fiume Niagara riversa la maggior quantità d’acqua.

Ottawa

La capitale governativa del Canada è una città sobria ed elegante, dominata dalla sagoma austera del Parlamento costruito sulla sommità di una collina in modo da poter essere avvistato anche da grande distanza. D’inverno potete pattinare sul Canale Rideau, una delle attrazioni cittadine, che con i suoi 8 chilometri di lunghezza è la pista ghiacciata più lunga del mondo.

 

Montréal

Il Vieux-Montréal, il nucleo storico d’epoca francese con chiese, palazzi e piazze settecentesche, è la principale attrazione della seconda città francofona del mondo dopo Parigi. Ma è nella ville souterraine, la città sotterranea di Montréal, che i suoi abitanti si rifugiano nei lunghi inverni canadesi, quando il termometro scende sottozero per giorni e giorni. Una provvidenziale rete di 30 chilometri di gallerie di boutique e centri commerciali che collegano grattacieli, musei, cinema, teatri, alberghi e stazioni della metropolitana, dove potete passeggiare, fare shopping e incontrare gli amici senza bisogno di uscire all’aperto.

Le sucrérie del Quebec

Se siete golosi di sciroppo d’acero, vi sembrerà di essere in paradiso: è infatti una leccornia tipicamente canadese, anche se diffusa in tutto il Nord America e oltre. Il migliore è senza dubbio quello delle sucrerie del Quebec, una vera istituzione nazionale, tappa d’obbligo per gustare gli squisiti, tradizionalissimi pancake irrorati con una colata di sublime sciroppo ambrato.

Quebec City

Stradine in acciottolato percorse da calessi, la più antica cinta muraria del Nord America e una via di artisti e gallerie che sembra di essere a Montmartre. Patrimonio dell’Umanità, Quebec City ha mantenuto intatta l’atmosfera settecentesca di quando fu fondata dai francesi. Per viverla fino in fondo, fatevi un regalo e prenotate una camera al monumentale Chateau Frontenac, l’albergo più fotografato al mondo, che è il simbolo della più francese delle città canadesi.

 

Whale-watching a Tadoussac

Dove le acque del fiordo di Saguenay si tuffano in quelle pacifiche del fiume San Lorenzo, in estate vengono a giocare le balene. L’emozione di un incontro ravvicinato con questi giganti del mare ripaga ampiamente di tutta la strada fatta per arrivare fino a Tadoussac, da dove partono le escursioni di whale-watching in battello e gommone.

Le maree della Baia di Fundy

Nella Baia di Fundy, lungo le scoscese coste atlantiche del New Brunswick, va in scena lo stupefacente fenomeno della più alta marea del mondo. Due volte al giorno potete assistere allo spettacolo dell’Oceano che invade la baia facendo salire il livello dell’acqua, che può raggiungere punte massime di 16 metri, svelando un paesaggio surreale.

Marianna

Amo il mio lavoro perché mi occupo di emozioni, di eventi e viaggi unici nella vita, che disegno secondo il gusto dei miei clienti. Perché affidarsi a me? Perché diventerò il vostro punto di riferimento in questo importante percorso. Perché questo lavoro per me significa passione e dedizione. Perché ognuno ha la sua storia e a me piace valorizzarla. Perché la cosa che amo di più è leggere la soddisfazione e l’entusiasmo nei vostri occhi!

Ultimi articoli

Travel

Wedding

Follow me

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
error: Questo contenuto è protetto!